Allegato “A” all’Avviso del 20/09/2019

REGOLAMENTO DI PROCEDURA COMPETITIVA

PREMESSE

Il presente regolamento (il “Regolamento“) contiene le condizioni inderogabili alle quali dovrà attenersi la formulazione dell’offerta irrevocabile per l’acquisto degli immobili inseriti nel piano vendite di cui all’avviso pubblicato in data 20/09/2019 (l'”Avviso“), di cui il Regolamento costituisce allegato.

1. L’OGGETTO E LE MODALITÀ DELLA VENDITA
1.1 Oggetto della vendita mediante la presente procedura competitiva (di seguito, l'”Asta“) sono i
seguenti immobili:

* L’unità 12di Via Giovanni Branca 104 (lastrico solare) non è singolarmente oggetto della vendita ma ricompresa nell’intero lotto.

(di seguito, singolarmente l'”Immobile” e complessivamente gli “Immobili“), così come meglio descritti nell’Allegato “B” all’Avviso (il “Memorandum”) tutti di proprietà del Fondo S. Alessio (il “Fondo“), gestito da Sorgente SGR S.p.A. (la “SGR“). Si specifica che il perimetro catastale delineato nel Memorandum potrà essere oggetto di migliore identificazione entro l’atto di vendita.

1.2 Gli Immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto di conservazione e manutenzione in cui si troveranno al momento della consegna con riferimento a ciascuna delle sue componenti (incluse quelle relative a consistenza, impiantistica, statica, ambientale, urbanistica-edilizia e stato occupazionale), nonché a corpo e non a misura, con espressa rinuncia ai rimedi previsti dagli artt. 1538 e 1540 del Codice Civile e con esclusione di qualsiasi garanzia, ad eccezione della proprietà. Ai sensi dell’art. 33 del D.L. 6 luglio 2011 n. 98, che richiama gli artt. 1, 3 e 4 del D.L. 351/2001, la SGR è esonerata dalla garanzia per vizi e per evizione e dalla consegna dei documenti relativi alla proprietà degli Immobili e alla regolarità urbanistica-edilizia e fiscale nonché dalle dichiarazioni di conformità catastale previste dall’ articolo 19, commi 14 e 15, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Inoltre, alla vendita si applicano le disposizioni di cui all’articolo 2, comma 59, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, pertanto la regolarizzazione urbanistica-edilizia-catastale potrà avvenire anche successivamente alla compravendita a cura e spese della parte acquirente nei termini indicati dalla legge.

1.3 L’esistenza di pretese di terzi, eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità – compresi quelli riferibili alle autorizzazioni amministrative o derivanti da eventuale necessità di adeguamento degli Immobili e/o impianti e/o attrezzature, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati negli atti messi a disposizione dalla SGR – non potrà dare luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

1.4 Eventuali adeguamenti degli Immobili alle normative vigenti, anche in tema di prevenzione, sicurezza, tutela ecologica e ambientale e, più in generale, in materia di igiene e sanità, saranno a carico dell’acquirente che ne sopporterà qualsiasi spesa e onere, con esonero della SGR da qualsiasi garanzia od onere al riguardo.

1.5 Ogni spesa ed onere, anche fiscale, relativo alla vendita e alla selezione, compresi i compensi dovuti al Notaio incaricato dalla SGR, sono a carico dall’acquirente.

 

2. PREZZO DI VENDITA
2.1 Il prezzo a base dell’Asta di ciascun Immobile è quello specificato nel Memorandum (il “Prezzo Base”), oltre tasse, imposte ed altri oneri di legge.

2.2 Il prezzo, così come risultante a seguito dell’esperimento della procedura di selezione (il “Prezzo”), dovrà essere corrisposto in unica soluzione esclusivamente a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato alla SGR, quale gestore del Fondo, al momento della stipula dell’atto di vendita, dedotto quanto già corrisposto a titolo di caparra.

2.3 Il Prezzo deve intendersi indicato al netto degli ulteriori importi dovuti per imposte e altri oneri di legge, nonché per le spese dell’eventuale mediazione di cui l’acquirente intenda avvalersi – fermo restando che la SGR non riconoscerà alcuna provvigione per alcun motivo – oneri tutti che rimangono a esclusivo carico dell’acquirente, così come tutte le spese e gli ulteriori oneri connessi alla vendita.

2.4 L’omesso versamento del Prezzo entro i termini individuati dal presente Regolamento, comporterà per il contraente la decadenza del diritto a stipulare l’atto di vendita e la SGR avrà diritto ad incamerare quanto versato a titolo di caparra, fermo in ogni caso il maggior danno.

2.5 Coloro che intendono partecipare all’Asta devono presentare, con le modalità fissate negli articoli seguenti, un’offerta per un prezzo superiore al Prezzo Base.

3. TIPOLOGIA DI OFFERTE PRESENTABILI
3.1 Ciascun partecipante all’Asta potrà presentare un’offerta per l’acquisto degli Immobili oggetto di vendita come descritto nel presente Regolamento. Non saranno prese in considerazione offerte inferiori o uguali al Prezzo Base.

3.2 L’offerta potrà essere presentata da persone fisiche e/o giuridiche, restando inteso che con riferimento agli offerenti selezionati, la SGR eseguirà i controlli e le verifiche prescritte dalla normativa vigente e dalle proprie procedure. Sarà, inoltre, possibile presentare offerte per procura, nonché offerte per persona da nominare. In caso di offerte per procura, le relative procure dovranno essere formate per atto pubblico o scrittura privata autenticata. Qualora le offerte vengano presentate in nome di più persone, queste s’intenderanno solidalmente obbligate.

3.3 Non saranno ritenute valide eventuali offerte che siano subordinate, in tutto o in parte, a condizioni di qualsiasi genere.

4. PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA
4.1 Ciascun interessato, personalmente o a mezzo di rappresentante, dovrà presentare, presso lo studio del notaio Vittorio Occorsio, Via Antonio Bertoloni, n. 10, 00197 Roma (RM) (il “Notaio”), l’offerta di acquisto in busta chiusa con annotazione sull’esterno del nome di chi deposita materialmente l’offerta e della dizione “Offerta irrevocabile per l’acquisto dell’immobile sito in […], via […] n. […] – Lotto […]”entro i seguenti termini perentori:
– le ore 9:00 del giorno 20/11/2019 con riferimento al Lotto 1
– le ore 12:00 del giorno 20/11/2019 con riferimento al Lotto 2
– le ore 15:00 del giorno 20/11/2019 con riferimento al Lotto 3
– le ore 18:00 del giorno 20/11/2019 con riferimento al Lotto 4
Il Notaio o un suo incaricato per la vendita provvederà ad annotare sulle buste pervenute la data e l’ora di consegna.

4.2 Non saranno in alcun caso prese in considerazione le offerte pervenute oltre il termine perentorio di scadenza, anche se consegnate per il recapito prima della scadenza del termine medesimo, e gli eventuali assegni in esse contenuti saranno restituiti.
La consegna del plico contenente l’offerta è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsiasi responsabilità ove, per qualunque motivo, il plico non pervenga entro il termine perentorio di scadenza all’indirizzo di destinazione.

4.3 L’offerta, a pena di inammissibilità, deve essere redatta in carta semplice e in lingua italiana e deve comunque espressamente contenere, oltre a quanto indicato al precedente punto 4, i seguenti elementi:
– gli estremi dell’offerente, con il nominativo o la denominazione dell’offerente (completo di tutti i dati identificativi, compreso il codice fiscale e/o il numero di partita Iva) e con i documenti identificativi dello stesso, unitamente alla documentazione attestante la sussistenza dei poteri di rappresentanza del sottoscrittore (qualora l’offerente non sia una persona fisica), ed elezione di domicilio nel territorio della Repubblica Italiana, con l’indicazione dei recapiti dell’offerente e/o del suo rappresentante (completi di numero telefonico e indirizzo e-mail) e dell’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al quale saranno effettuate le comunicazioni relative alla procedura competitiva;
–  la manifestazione incondizionata ed irrevocabile della volontà all’acquisto dell’Immobile posto in vendita e descritto nel Memorandum e nei relativi allegati, alle condizioni tutte del presente Regolamento;
–  l’indicazione, in cifre ed in lettere, del prezzo offerto, con deposito cauzionale da effettuarsi a mezzo di assegni circolari non trasferibili intestati a Sorgente Sgr Spa, per l’importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione. In caso di aggiudicazione definitiva e successiva stipula del contratto, la cauzione sarà trattenuta, nella misura sopra indicata, a titolo di caparra ed acconto sul prezzo, mentre la cauzione sarà restituita all’offerente che non sarà risultato aggiudicatario nei termini previsti nel presente Regolamento. In caso di aggiudicazione, ma di mancata successiva sottoscrizione dell’atto di compravendita e versamento del prezzo, la cauzione sarà incamerata a titolo di multa penitenziale, fatto salvo ogni diritto risarcitorio per il maggior danno;
–  l’assunzione dell’obbligo, irrevocabile, di sottoscrivere l’atto di compravendita e di provvedere al pagamento del Prezzo di aggiudicazione con le modalità previste nel Regolamento;
–  la dichiarazione espressa, incondizionata e senza riserva alcuna, da parte dell’offerente di avere verificato lo stato di fatto e di diritto dei beni posti in vendita, anche con riferimento alle eventuali iscrizioni e/o trascrizioni ovvero alla situazione giuridica e/o amministrativa dei beni facenti parte del compendio, anche con riferimento a quanto specificato nel Regolamento e nel Memorandum; – la dichiarazione dell’offerente di conoscere il regime giuridico speciale cui è soggetta la vendita;
– la dichiarazione dell’irrevocabilità della proposta fino al centottantesimo giorno dalla sua presentazione;
– se l’offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge;
– la dichiarazione dell’offerente di accettazione incondizionata e irrevocabile delle condizioni e di presa d’atto delle informazioni indicate nel presente Regolamento e nel Memorandum. Tale dichiarazione potrà essere formalizzata anche mediante deposito nell’offerta di copia del presente Regolamento e del Memorandum, siglato in ogni pagina e sottoscritto per steso in calce nell’ultima pagina con l’annotazione “per accettazione” e con la data.

5. PROCEDURA DI SELEZIONE
5.1 Al termine per la presentazione delle offerte, presso lo studio del Notaio, saranno esaminate le offerte pervenute, procedendo all’apertura delle buste e redigendone il relativo verbale, alla presenza del soggetto incaricato dalla SGR e degli offerenti eventualmente presenti (ai quali non verrà, quindi, inviato alcun successivo avviso); nessun altro soggetto sarà ammesso a partecipare al procedimento di apertura delle buste. La procedura di selezione e i successivi adempimenti avverranno alla presenza del Notaio.

5.2 Contestualmente all’apertura delle buste sarà comunicato ai partecipanti presenti l’eventuale esercizio del diritto di opzione da parte dei conduttori, con riferimento agli Immobili ove lo stesso sia previsto. Sarà facoltà dei partecipanti ritirare la propria offerta, ovvero confermare la stessa e partecipare alla procedura che la SGR potrà decidere di svolgere al fine di individuare, in ogni caso, un aggiudicatario per il caso in cui non si perfezioni l’acquisto da parte del soggetto che ha esercitato l’opzione. L’aggiudicazione avrà luogo anche in caso di un’unica offerta, purché valida e superiore al Prezzo Base. Qualora sia stato esercitato l’eventuale diritto di opzione ed il soggetto risultante aggiudicatario non fosse presente all’apertura delle buste, tale circostanza sarà comunicata allo stesso entro 7 (sette) giorni e quest’ultimo avrà la facoltà di confermare o meno la propria offerta entro 7 (sette) giorni.

5.3 Il criterio di selezione sarà quello del massimo rialzo sul Prezzo Base. In caso di più offerte, il Notaio inviterà gli offerenti che abbiano presentato un’offerta valida ad intervenire formulando offerte al rialzo, in seguito alle quali sarà designato il contraente selezionato. Le offerte al rialzo verranno raccolte in sede di apertura delle buste ovvero, tenuto conto anche del numero delle offerte ricevute, in altra data determinata dalla SGR e comunicata agli offerenti presenti contestualmente all’apertura delle buste ovvero a mezzo PEC agli offerenti non presenti.
La fase dei rilanci, cui potranno partecipare esclusivamente – anche per procura – gli offerenti che abbiano presentato un’offerta valida, si svolgerà in forma di gara e sarà esclusivamente in funzione del valore economico dell’offerta.
La base iniziale su cui dovranno essere eseguiti i rilanci sarà costituita dal prezzo più alto indicato dagli offerenti.
Gli offerenti, in persona dei loro rappresentanti legali, anche per procura, procederanno a formulare offerte al rialzo per importi incrementali non inferiori a Euro 2.000,00 (duemila/00). In assenza di rilanci, trascorsi 2 (due) minuti dal precedente, si procederà alla redazione del verbale ed alla selezione del contraente che abbia offerto il Prezzo più alto.

5.4 Gli offerenti non comparsi alla data stabilita per l’apertura delle buste ovvero alla diversa data stabilita per la selezione del contraente contestualmente all’apertura delle buste, non avranno diritto a presentare offerte in rialzo.

5.5 Se nessun offerente sarà comparso, prevarrà l’offerta più alta, sempre se superiore al Prezzo Base della vendita.

5.6 Resta inteso che tutte le offerte presentate avranno natura di proposta irrevocabile e saranno vincolanti per i contraenti selezionati e per i loro aventi causa.

5.7 I costi sostenuti dagli offerenti per il coinvolgimento di eventuali intermediari rimarranno, in ogni caso, a loro carico.

5.8 Al termine delle operazioni il Notaio darà conto della conclusione del processo di selezione del contraente e redigerà il processo verbale dal quale risulteranno:
a) le offerte presentate;
b) le modalità di svolgimento della selezione;
c) la valutazione circa l’ammissibilità delle offerte;
d) l’eventuale fase di rilanci;
e) il prezzo rappresentato dalla migliore offerta pervenuta;
f) gli eventuali rilanci;
g) la graduatoria finale delle offerte.

5.9 Fermo quanto sopra, nel caso in cui fossero ricevute dal medesimo offerente offerte con riferimento a tutti gli Immobili del medesimo Complesso Immobiliare (così come definito nel Memorandum), la SGR si riserva, a suo insindacabile giudizio, di selezionare quale acquirente di tutti gli Immobili detto offerente, anche laddove una o più offerte ricevute dallo stesso – relative ai singoli Immobili – non risultassero quali migliori offerte pervenute, anche a seguito degli eventuali rilanci, restando inteso che, in ogni caso, ciascuna offerta dovrà essere superiore al Prezzo Base del relativo Immobile.

6. STIPULA DELL’ATTO DI COMPRAVENDITA
6.1 La stipula dell’atto di compravendita (l'”Atto“), nonché il contestuale pagamento del saldo del Prezzo e degli oneri accessori, avverrà entro e non oltre 90 giorni dalla conclusione della procedura di selezione del contraente relativamente all’Immobile oggetto della stessa, previa comunicazione da parte della SGR inviata a mezzo PEC almeno 10 giorni antecedenti la data della stipula così come determinata dalla stessa SGR. Fermo quanto sopra, in ogni caso, la data della stipula non potrà essere antecedente a 30 giorni dalla data di individuazione del contraente selezionato in conformità al presente Regolamento.

6.2 È fatta salva la facoltà della SGR, in ogni caso, di prorogare il termine di cui al paragrafo che precede, anche ai fini dell’acquisizione e/o del perfezionamento di documenti e/o atti necessari alla stipula dell’Atto. Nel caso di proroga del termine per la stipula dell’Atto, l’aggiudicatario rimarrà vincolato all’offerta presentata sino al nuovo termine stabilito dalla SGR, in ogni caso non oltre il termine di irrevocabilità di cui all’offerta presentata ai sensi del presente Regolamento.

6.3 Se, entro la data e nel luogo fissati per la stipula dell’Atto, l’offerente non dovesse presentarsi ovvero non si dovesse addivenire, per qualsivoglia motivo imputabile all’offerente, alla stipula dell’Atto, le somme comunque versate dalla parte offerente verranno definitivamente trattenute.

6.4 In caso di acquisto, la parte acquirente provvederà a sua cura e spese alla cancellazione delle iscrizioni e/o delle trascrizioni eventualmente gravanti sui beni oggetto della vendita, e dovrà farsi carico di tutti gli altri oneri, imposte, tasse, IVA (ove applicabile) e spese comunque connessi all’Atto.
6.5 L’Atto prevedrà, tra le altre pattuizioni, le condizioni della vendita indicate nel presente Regolamento.

7. DISPOSIZIONI GENERALI
7.1 La pubblicazione dell’Avviso e dei relativi allegati (ivi incluso il presente Regolamento) e la ricezione delle offerte da parte della SGR non comportano alcun obbligo o impegno a dare corso alla vendita nei confronti dei soggetti offerenti né, per questi ultimi, diritto ad alcuna prestazione.

7.2 La SGR si riserva facoltà di recedere, in qualsiasi momento, dalla procedura di vendita, qualunque sia il grado di avanzamento, e di sospenderne, interromperne, modificarne i termini e le condizioni o di impegnarsi nei confronti di altri soggetti, senza che per ciò gli offerenti possano avanzare alcuna pretesa a titolo di risarcimento o di indennizzo, né ad alcun altro titolo.

7.3 Ciascun offerente sosterrà i costi relativi alle proprie ricerche e valutazioni del bene posto in vendita, comprese le eventuali spese dovute ai propri legali e consulenti, nonché qualsiasi altro costo legato all’analisi dell’operazione.

7.4 Il trattamento dei dati inviati dai soggetti interessati, si svolgerà in conformità alle disposizioni vigenti. Ai sensi della richiamata normativa, il trattamento dei dati personali garantirà la piena tutela dei diritti degli offerenti e della loro riservatezza; il trattamento dei dati personali ha la finalità di consentire l’accertamento dell’idoneità dei soggetti a partecipare alla procedura di vendita, nonché il corretto svolgimento della medesima.

7.5 Il titolare del trattamento sarà la SGR nella persona del Dr. Massimiliano Palermo
7.6. Gli adempimenti in materia di antiriciclaggio sono a cura del Notaio presso il quale l’offerente deposita l’offerta.

8. FORO COMPETENTE
8.1 La procedura competitiva e ogni altro atto annesso e/o conseguente sono in ogni caso regolati dalla Legge italiana. Ogni eventuale controversia è devoluta all’esclusiva competenza del Tribunale di Roma.

Roma, 20/09/2019